COLLI GORIZIANI HISTORIC
 

   
 
17 OTTOBRE 2016

 

CAMPIONATO A.A.C.C. 2017

01-02 APRILE - TRIESTE OPICINA HISTORIC

22-23 APRILE - COLLI GORIZIANI HISTORIC

11-13 MAGGIO - KARAWANKEN CLASSIC

27-28 MAGGIO - CROATIAN CLASSIC MARATHON

08-09 SETTEMBRE - SLOVENIJA CLASSIC MARATHON

24 SETTEMBRE - TAFRENT CLASSIC SPRINT

 

 
                   
           








   


24 APRILE 2017

13° Colli Goriziani Historic alla coppia Cicuttini - Castellano

 

     Si è conclusa domenica pomeriggio 23 aprile con la premiazione presso il salone dei Cavalirs in villa Nachini a Corno di Rosazzo, la tredicesima edizione del Colli Goriziani Historic, gara di regolarità per auto storiche organizzata da G.A.S. Club.
     L'epilogo per la “Classica di primavera”, dopo aver fatto trotterellare per due giorni sulle strade isontine una quarantina di auto storiche costruite fino al 1988,  ha visto il top driver terzese Amedeo Cicuttini della Scuderia Regolaristi Friulani, navigato dalla moglie Lia Castellano su Lancia Fuvia Coupe del 1972, conquistare un meritatissimo podio dopo aver condotto la gara sin dalle prime battute. 
     Alle loro spalle Tiziano Baldissera e Edoardo Covaz su Lancia Fulvia Montecarlo sempre del 1972 del club Ruote del Passato e i milanesi Maurizio De Bellis con il figlio Filippo De Bellis portacolori della Ruote d'Epoca di Pavia sua Lancia Aprilia del 1938, a completare un podio tutto Lancia.

       

Trofeo Monte Calvario, vincono Tresoldi Tresoldi

 

5° Trofeo Monte Calvario

     Achille e Giovanna Tresoldi su Alfa Romeo Giuletta Sprint del 1960 del Club dei Venti all'Ora si sono aggiudicati la quinta edizione del Trofeo Monte Calvario, seguiti dal duo del Circolo Patavino Autostoriche Dario Convers e fedrica d'Ameglio su un Lancia Fulvia hf del 1969, in terza posizione la coppia cividalese Luigi Specogna e Giorgio Scaravetto della Scuderia Regolaristi Friulani su Autobianchi A112 abarth del 1980.

 

Alpe Adria Classic Challenge seconda prova

 

     Achille e Giovanna Tresoldi su Alfa Romeo Giuletta Sprint del 1960 del Club dei Venti all'Ora si sono aggiudicati anche la seconda tappa del trofeo internazionale, in second posizione la coppia cividalese Luigi Specogna e Giorgio Scaravetto della Scuderia Regolaristi Friulani su Autobianchi A112 abarth del 1980, e sul terzo scalino del podio la coppia Paolo Grava e Fulvio Martinelli del Club dei Venti all'Ora su Lancia Fulvia Coupe del 1972.

 

 

17 APRILE 2017

13° Colli Goriziani Historic

5° Trofeo Monte Calvario

 

     La tredicesima edizione si svolgerà a Gorizia e nei bellissimi paesaggi del Collio-Brda candidato a Patrimonio Mondiale del UNESCO, nelle giornate di sabato 22 aprile con partenza prima vettura ore 14.00 dalla loc. Boatina a Cormons e domenica 23 aprile con partenza prima vettura ore 9,30 dalla centralissima piazza della Vittoria a Gorizia, novità per questa edizione il passagio alle due giornate di manifestazione, con arrivo in centro a Gorizia il sabato sera, con passarella nelle vie del centro città.

     La manifestazione è inserita nella manifestazioni nazionali A.S.I.,  nelle manifestazioni F.I.V.A. cat B, nel campionato internazionale A.A.C.C. 2017, che coinvolge l'Italia, l'Austria, la Slovenia e la nuova entrata della Croazia, oltre ad essere inserito negli eventi principali del Comune di Gorizia.

     Nuova collaborazione con la scuderia Gorizia Corse (società rallistica che ha organizzato negli anni '80 e '90 le edizioni del Rally dei Colli Goriziani), con un esposizione serale in piazza Vittoria, assieme ad un esposizione di vetture storiche del G.A.S. Club.

 

 

17 APRILE 2016

A Rimondi - Fava la dodicesima edizione

 

     GORIZIA. Grande successo della 12° edizione del "Colli Goriziani Historic". In molti hanno voluto partecipare alla partenza della manifestazione in piazza Vittoria. Protagoniste indiscusse tante auto d'epoca

      Valerio Rimondi e Liana Fava hanno vinto l’edizione 2016 dei Colli Goriziani: l'equipaggio della Scuderia Nettuno di Bologna, al volante di una Porsche 911 Targa del 1974 ha chiuso le 37 prove cronometrate della gara valida per il campionato nazionale Formula A.S.I.  alla media di 3,56 chiudendo di stretta misura su Baldissera - Covaz di Ruote del Passato PN su Leyland Mini Cooper del 1973 secondi a 5,02 di media, terzo classificato Paciaroni del CAEM su Autobianchi A112 del 1974 con un media di 5.0.

 

Trofeo Monte Calvario, vince Picco Petrani

 

4° Trofeo Monte Calvario

     Picco - Petrani di Ruote del Passato su Porsche 911 S del 1972 si sono aggiudicati la quarta edizione del Trofeo Monte Calvario, seguiti dal duo del Club dei Venti all'Ora Tresoldi Achille e Giovanna su Alfa Romeo Giulietta Spider del 1960, in terza posizione sempre del club triestino Cicuttini Castellano su Alfa ROmeo Spider 1.6 del 1981.


22 FEBBRAIO 2016

Manovella d'Oro 2015

REGOLARITA’ FORMULA ASI


     Siamo lieti di comunicare che la manifestazione “COLLI GORIZIANI HISTORIC”
è risultata tra le migliori organizzate nella stagione radunistica 2015.

     La Cerimonia di Premiazione che avrà luogo il giorno 19 Marzo 2016 alla fiera di Milano in occasione di  MILANO AUTOCLASSICA in Strada Statale del Sempione 28 – 20017 Rho – il Riconoscimento è attribuito dal Consiglio Federale su proposta della CNM A.

 


    

01 FEBBRAIO 2016

Storia cultura divertimento

DOMEMICA 17 APRILE 2015

La novità per questa edizione è l’inserimento della manifestazione nel campionato  A.A.C.C. 2016 - Alpe Adria Classic Challenge, il quale è nato in maniera spontanea nel 2012 un accordo, tra i Club Codelli di Lubiana in Slovenia, 1.C.A.R.Team di Ferlach in Austria ed il Club dei Venti all'Ora di Trieste, ai quali si aggiunge nel 2016 il Club Gorizia Automoto Storiche, propedeutico all'istituzione di un Campionato internazionale Italia – Austria - Slovenia di regolarità per auto storiche dalle caratteristiche innovative.

Il comitato organizzatore dell’A.A.C.C.  è convinto delle potenzialità dell’accordo, da quale ne beneficeranno soprattutto divertimento e apertura ad esperienze diverse, in quanto se unica è la passione per l’automobilismo storico, diverse sono le maniere di interpretarne la celebrazione sulle strade dei tre Paesi, per chi parteciperà alle cinque gare, l'esperienza sarà senza dubbio arricchente ma soprattutto, verranno moltiplicate per cinque le occasioni per divertirsi con la propria auto d'epoca su itinerari inattesi della Mitteleuropa.

La partenza della 12° edizione è prevista alle 9.30 dalla centralissima piazza della Vittoria a Gorizia, le automobili percorreranno un itinerario storico culturale, attraversando luoghi storici come la Piazza della Transalpina che si sviluppa vicino all'omonima stazione, che venne inaugurata alla presenza dell'erede al trono Austroungarico l'Arciduca Francesco Ferdinando il 19 luglio 1906. A seguito della Seconda Guerra Mondiale venne tracciato il nuovo confine tra Italia e Jugoslavia e la piazza venne divisa in due parti dal cosiddetto "Muro di Gorizia", ovvero una recinzione ad altezza d'uomo. La Transalpina divenne uno dei simboli della separazione politico-ideologica tra l'Europa occidentale e quella orientale durante gli anni della guerra fredda. La rete divisoria è stata abbattuta con l'ingresso della Slovenia nell'Unione Europea nel 2004; in tale occasione, il centro della piazza è stato impreziosito dal mosaico.

Proseguendo poi sul Monte Sabotino, un monte al confine tra Italia e Slovenia, a nord di Gorizia, che viene ricordato come uno dei monti delle battaglie dell'Isonzo durante la prima guerra mondiale. Fino al Trattato di pace di Parigi nel 1947 la montagna era interamente compresa nella provincia di Gorizia. Per la storia della Grande Guerra, il r.d. n.1386 del 1922 lo ha reso monumento nazionale italiano.

Il percorso prevede poi l’attraversamento del Collio Goriziano, dove vengono prodotti dei vini cui è assegnata la DOC "Collio Goriziano" o, più semplicemente, "Collio", inoltre come da tradizione vengono prodotte le ciliegie, e ultimamente si sta riscoprendo anche la coltura dell'olivo, per concludere a Corno di Rosazzo alla Villa Nanchini Cabassi(1720 d.C. circa), che è annoverata tra le prime Ville venete in Friuli. La sua peculiarità è data dall'architettura appartenente all’alto medioevo che le conferisce un'unicità quasi impareggiabile nel suo genere. Questo l'ha resa il punto di convergenza ideale per tutte le attività dell'intero progetto Colli Orientali.
            Il pranzo di gala e le premiazioni  si svolgeranno al primo piano nell'ampio salone "dei cavalliars" a contorno di tutto ciò, un ampio giardino, e completa l'offerta di ospitalità della villa una foresteria con tre camere per chi volesse fermarsi più giorni e conoscere al meglio la zona dei Colli Orientali.

La parte tecnica prevede per i concorrenti un percorso lungo circa 110 km con 37 rilevamenti di passaggio, immersi nel verde su strade di una bellezza unica. Anche quest’anno il livello tecnico è molto elevato, ci saranno piloti e navigatori che partecipano più importanti manifestazione di regolarità e automobili che hanno fatto la storia dell’industria e del costume. Saranno rappresentati veicoli di quasi tutti i più famosi marchi internazionali provenienti da tutta Italia, da Austria e Slovenia, e nelle precedenti edizione abbiamo notato con piacere, che chi ha partecipato una volta ritorna molto volentieri a Gorizia, sia per i luoghi che scoprono sia per l’organizzazione dell’evento.

Nella manifestazione è compreso il 4° Trofeo Monte Calvario, riservato all’equipaggio che avrà accumulato minori penalità sulle 22 prove dei  5 km sullo storico percorso del Monte Calvario ex prova speciale del Rally di Colli Goriziani degli anni ‘80.

 

 
 

01 OTTOBRE 2015

 

12° Colli Goriziani Historic

4° Trofeo Monte Calvario

 

DOMEMICA 17 APRILE 2015

     La dodicesima edizione si svolgerà con partenza dal centro di Gorizia.

      Sono aperte le pre iscrizoni. 

 

 




13 aprile  2015

 

Colli Goriziani Historic, vince Paciaroni Gianpaolo

11° Colli Goriziani Historic

 

     Gianpaolo Paciaronii ha vinto l’edizione 2015 dei Colli Goriziani: il pilota del CAEM, al volante di una Autobianchi A112 del 1974 ha chiuso le 36 prove cronometrate della gara valida per il campionato nazionale Formula A.S.I.  alla media di 5,33 chiudendo di stretta misura su Cicuttini Castellano Club dei Venti all'Ora su Lancia Fulvia del 1975 secondi a 5,91 di media, terzi classificati Grava- Klingendrath del Club dei Venti all'Ora su Lancia Fulvia Coupe con un media di 6.30.

 

Trofeo Monte Calvario, vince Specogna Scaravetto

 

3° Trofeo Monte Calvario

     Specogna - Scavaretto del Forum Iuli Historic Club su Fiat 850 Sport Coupe del 1968 si sono aggiudicati la terza edizione del Trofeo Monte Calvario, seguiti dal duo del Club dei Venti all'Ora Tresoldi Achille e Giovanna su Alfa Romeo Giulietta Spider del 1960.






12 aprile 2015

2015.

Successo per XI Colli Goriziani Historic

 

   

    Anche quest’anno è stato archiviato l’11° Colli Goriziani Historic organizzato dal Club Gorizia Automoto Storiche. Il raduno negli ultimi anni è entrato a far parte del Campionato nazionale di regolarità Asi, composto da 13 prove. La manifestazione si è svolta in una bella giornata, temperatura ideale, qualche nuvola passeggera, non si poteva chiedere di più. I partecipanti - limitati dall’organizzazione a 50 equipaggi - hanno potuto godere in pieno dei panorami e del risveglio della natura dopo il riposo invernale. Il colpo d’occhio su piazza Vittoria, con tutte le vetture in bella mostra e il castello sullo sfondo, offriva uno spettacolo difficile da replicare in altri luoghi. Alla partenza, il pubblico accorre ogni anno sempre più numeroso, per vedere e far vedere a figli e nipoti veicoli che hanno fatto la storia industriale e culturale d’Italia. Erano rappresentati tutti i principali produttori di veicoli, con maggior presenza di Fiat, Lancia e Alfa, ma anche le Porsche erano ben rappresentate.

     Chi c’era ha potuto ammirare automobili prodotte dal 1954 e fino al 1979, conservate o restaurate e che ogni proprietario coccola con assiduità. Dopo il discorso delle autorità e il briefing di rito, alle 9.31 gli equipaggi si sono diretti sul Collio per arrivare al primo transito sul Monte Calvario per affrontare i primi rilevamenti di passaggio. La strada è temuta per la tortuosità del percorso, le difficoltà e i limiti che l’organizzazione ha voluto imporre (26 km/h), ma è anche amata per la sua bellezza e la sfida sulla regolarità di marcia. Dallo scorso anno, il Club ha voluto istituire un trofeo speciale dedicato a questa prova. Dopo una pausa di rilassamento le automobili sono ripartite per percorrere alcune strade del Carso con altre prove fino a raggiungere Aquileia.

     La sezione del Gas Club veicoli militari ha allestito due controlli timbro lungo il percorso con veicoli e abbigliamento della seconda guerra mondiale (tedeschi e americani). Sorpresa gradita e apprezzata dai piloti e navigatori. Al ristorante si sono svolte le premiazioni delle varie categorie previste dal regolamento nazionale Asi che alla fine porterà a diventare il campione nazionale di regolarità. Tutti i partecipanti e il commissario che ha supervisionato la manifestazione hanno espresso la loro soddisfazione per la riuscita e l’organizzazione curata in ogni dettaglio del raduno.

    Conferma del gradimento è data dal fatto che molti partecipanti sono diventati frequentatori assidui del raduno arrivando in città qualche giorno prima per visitare luoghi intravisti l’anno precedente. Già ma chi ha vinto? Il successo del 11° Colli Orientali Historic è andato a Paciaroni su A112 del 1974 con 334 penalità, davanti a Cicuttini/Castellano su Lancia Fulvia coupè del 1972 e Grava/Kilingendrath su Lancia Fulvia coupè del 1971; quarti Baldissera/Covaz, quinti Rugo/Varaschini. Il trofeo Monte Calvario va a Specogna su Fiat 850 coupè 1968, davanti a Tresoldi su Alfa Giulietta Spider del 1960 e Boscolo su Mini Cooper del 1973.

     Paciaroni, senza navigatore, vincitore del raduno è un arzillo signore di 80 anni arrivato da Ascoli Piceno con una vettura dalle prestazioni limitate così come il vincitore del trofeo Monte Calvario, a dimostrazione che ciò che conta è la regolarità e non la velocità. Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno lavorato e collaborato per la riuscita della manifestazione, i Comuni di Doberdò e Capriva.   

     Un ringraziamento particolare all’assessorato allo sport del Comune di Gorizia che non fa mai mancare il sostegno.




20 aprile 2014

2014. Un'esuberante Colli Goriziani Historic

 

     Cinquanta equipaggi è un bel record per la decima edizione di “Colli goriziani Historic”, manifestazione per auto storiche ASI che gli organizzatori del Gas Club di Corona-Mariano del Friuli, capitanati da Massimo Skubin, hanno portato alla partenza domenica mattina 13 aprile verso le 9.30 da piazza Vittoria a Gorizia.

     Le auto storiche hanno attraversato il centro cittadino d i Gorizia per affrontare un suggestivo percorso di 105 chilometri  tra il Collio e il Carso. L a gara ha visto al via vetture particolarmente affascinanti: una Jaguar E e vari modelli  di Porsche, Lancia, Alfa Romeo.

     Gli equipaggi provenivano da tutto il Nord Italia, per una manifestazione che gode ancora della notorietà dei rally “Città di Gorizia” degli anni ’50, evidentemente rimasti impressi nella memoria. Gli organizzatori pensano infatti che i posti disponibili siano finiti prima del tempo grazie alle passate competizioni che hanno reso celebri certi tratti stradali e le bellezze del territorio.

     Sul fronte delle partecipazioni, da segnalare la presenza di concorrenti alla loro seconda o terza volta a Gorizia, anche in virtù dell'itinerario particolarmente suggestivo scelto per la competizione. E, a proposito di questo aspetto, il partecipante che veniva da più lontano era un genovese, mentre la maggior parte degli equipaggi proveniva dal Triveneto. La vettura è andata al duo Gamberini-Fabbri che hanno trionfato su una Giulia Super del 1965.

 

Articolo tratto da http://milleitinerari.blogspot.it


20 aprile 2014

Colli Goriziani Historic, vince Gamberini - Fabbri

 

     Alessandro Gamberini e Leo Fabbri hanno vinto l’edizione 2014 dei Colli Goriziani: l’equipaggio Alfa Romeo, al volante di una Giulia Super del 1965 ha chiuso le 30pc della gara Asi alla media di 3,35 chiudendo con un grande vantaggio su De Marin-Ruzzier su Lancia Fulvia del 1975 secondi a 6,4 di media.